In questa guida alla scelta di un cronografo analizzeremo le caratteristiche principali di questo tipo di orologio, la differenza con un cronometro, i modelli da uomo e da donna, ma conosceremo anche il significato di termini quali rattrappante, flyback e misurazione del tempo.

Infine faremo una doverosa panoramica sulle migliori marche di cronografi in commercio, spaziando dai classici e intramontabili segnatempo di Citizen, Seiko, Tissot e Bulova fino alle eleganti lancette di Rolex e Cartier.

Caratteristiche del cronografo

Quali sono le principali caratteristiche di un cronografo?

Iniziamo col dire che benché questo termine sia ormai ampiamente accettato come sinonimo di orologio, il cronografo di per sé è una funzionalità accessoria (detta complicazione) di cui può essere dotato un orologio.

Nella fattispecie questa funzionalità indica ore, minuti e secondi attraverso 3 contatori. Riguardo alla posizione dei contatori, lo schema classico di disposizione è il 3-6-9: questo significa che il contatore dei minuti si trova alle ore 03, quello delle ore alle ore 06 e quello dei secondi alle ore 09.

Per quanto concerne il funzionamento, invece, su di un cronografo classico è possibile scegliere di dare il via, fermare od azzerare almeno una lancetta del dispositivo, per misurare i tempi desiderati con l’approssimazione di un quinto, un decimo o perfino un centesimo di secondo.

Per avviare, stoppare e azzerare i riferimenti temporali nei cronografi semplici sono presenti due pulsanti, di cui uno sopra ed uno sotto alla corona. Il pulsante superiore avvia e ferma il meccanismo del cronografo, mentre il pulsante inferiore riporta a zero tutti i contatori.

Qual è quindi la differenza tra un cronometro e un cronografo? La diversità risiede nel fatto che entrambi servono a misurare il tempo con la massima precisione possibile, ma mentre un cronometro è un orologio vero e proprio, un cronografo è soltanto un meccanismo, una funzionalità aggiuntiva di un orologio.

Tipi di cronografo

Riguardo alle modalità di misurazione dei tempi esistono 3 tipologie principali di cronografi: classici, flyback e rattrappanti.

Un cronografo classico rappresenta la tipologia di cui abbiamo parlato fino ad adesso, con schema 3-6-9 per gli indicatori e doppi pulsanti sulla corona. I flyback e i rattrappanti, invece, sono cronografi speciali in grado di offrire alcuni vantaggi in più rispetto ai modelli tradizionali.

Un cronografo flyback, ad esempio, permette la misurazione dei tempi intermedi: premendo il secondo pulsante le lancette vengono subito azzerate immediatamente, ma appena il pulsante viene di nuovo rilasciato, il meccanismo avvia una nuova misurazione del tempo.

Il cronografo rattrappante, o sdoppiante, invece è un’altra tipologia di cronografi molto utilizzata, soprattutto in ambito sportivo. Grazie alla possibilità di misurare i tempi dei giri di corsa e le velocità intermedie, i cronografi rattrappanti trovano il loro impiego d’elezione in piste da corsa e circuiti motoristici.

Il termine rattrappante, che suona oggettivamente piuttosto singolare, deriva dal termine francese “rattraper”, che ha il significato di “recuperare”. In particolar modo, il termine fa riferimento ad una lancetta aggiuntiva dei secondi, che ha il compito di misurare i tempi intermedi.

Azionando un cronografo rattrapante, le due lancette dei secondi iniziano a misurare in contemporanea. Tuttavia, quando viene premuto un terzo pulsante, una delle due lancette si ferma e l’altra prosegue nel cronometraggio. Premendo di nuovo il pulsante, la lancetta che è stata fermata riesce a recuperare la distanza persa per andare nuovamente a sovrapporsi a quella in movimento.

Orologi con cronografo da uomini e da donne

Detto delle differenze che emergono a livello di funzionalità, i cronografi ovviamente possono differenziarsi anche a livello estetico, a seconda che siano progettati per i polsi degli uomini o delle donne.

Di norma, un cronografo da uomo è più grande, ha un design più asciutto e si distingue per geometrie più rigorose; un cronografo da donna, invece, è più piccolo, ha un design più fantasioso e può presentare varie tonalità.

Quelle appena citate, comunque, sono regole generali perché poi non mancano cronografi da uomini di aspetto più fantasioso, cronografi da donne dalle linee più essenziali e orologi indossabili indifferentemente sia da Lui che da Lei.

Tra l’altro, dopo che alcune dive di Hollywood si sono fatte fotografare in degli scatti in cui portavano al polso dei Rolex Daytona e altri modelli di segnatempo da uomo alcune donne hanno pensato bene di imitarle scegliendo proprio degli orologi maschili.

Moda a parte, può benissimo darsi che alcune donne scelgano di portare un orologio da uomo anche perché essendo più grande può essere letto meglio da chi ha problemi alla vista.

Misurazione del tempo

Un moderno cronografo inizia a cronometrare nel momento in cui viene premuto il pulsante d’avvio, che di norma è posizionato a livello delle ore 02. A questo punto i contatori iniziano a girare per misurare il tempo in secondi, minuti e ore.

Premendo nuovamente il pulsante, i contatori si arrestano ed è possibile procedere alla lettura del tempo. All’occorrenza, un secondo pulsante posizionato in basso azzera il tempo e predispone l’orologio ad una nuova misurazione del tempo.

Oltre che il tempo, molti cronografi di buona qualità permettono di misurare la velocità tramite un tachimetro o la scala presente sul bordo dell’orologio. La velocità può essere calcolata per mezzo della formula T = 3600/t dove “T” è il numero riportato sul tachimetro, 3600 è il numero di secondi in un’ora e “t” è il tempo in secondi riportato dal cronografo.

Marche e prezzi

Un orologio cronografo può essere di diverse marche e di vari prezzi. In altre parole, per l’acquisto di un cronografo automatico, da uomo, da donna, flyback e rattrappante le possibilità sono davvero molte e assolutamente variegate.

Partendo dai modelli più casual ed economicamente più abbordabili, le migliori marche di cronografi sono Timex, Festina, Citizen, Seiko, Sector, Fossil, Breil e Swatch. I segnatempo di queste marche hanno un prezzo che oscilla tra i 70 e i 300 Euro.

In una fascia un po’ più alta troviamo invece i modelli di orologio con cronografo di Bulova, Tissot e Philip Watch. Fatta eccezione per alcuni segnatempo più economici, il costo dei dispositivi di questi brand va dai 300 Euro in su.

Nel novero dei cronografi di lusso figurano infine marche quali Hamilton, Rolex e Cartier. Il costo degli orologi di questi brand parte dagli 800/900 Euro.

Classificazione per Prezzi:

Cronografi economici
Cronografi con budget medio
Cronografi con budget alto
Cronografi di lusso

I modelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *